Barbie, icona dell'Inclusività

Sempre più inclusive, sempre più realistiche: le bambole più vendute al mondo continuano a cambiare per essere aderenti al mondo reale e fare del gioco una crescita culturale, quasi un laboratorio di educazione alla diversità ed alla complessità umana, una strada che Mattel ha abbracciato da tempo.

La novità ora è la prima bambola Barbie con apparecchi acustici retroauricolari : è stata annunciata all'interno della linea Barbie Fashionistas, per rappresentare le persone con disabilità come la perdita dell'udito.

Nella stessa linea saranno introdotti nella linea anche una nuova Barbie con gamba protesica, una sulla sedia a rotelle, una Barbie calva ed una con vitiligine.


Il brand continua il suo viaggio nella rappresentazione della diversità e dell'inclusione per mezzo delle bambole, per permettere ai bambini e alle bambine di raccontare le storie che possono osservare nel mondo intorno a loro.

Già ora le Fashionistas rappresentano al meglio il tema della diversity & inclusion, offrendo una varietà di tonalità della pelle, colori degli occhi, colori e tipi di capelli e acconciature, forme del corpo, disabilità e mode tra cui scegliere.

Nel 2021, otto delle prime dieci bambole più popolari della linea a livello globale rappresentavano delle diversità, ispirando le bambine a raccontare più storie e trovare una bambola che parlasse loro e le rappresentasse (Ansa.it).



E questa consapevolezza infrange un paradigma che è stato perpetuato nei secoli: le bambine ed i bambini non desidereranno più assomigliare a Ken o a Barbie, perché sono loro che assomigliano alla realtà ora, che li rappresentano.

Sono bambole che invitano i bambini a restare se stessi, a non sentirsi mai sbagliati, a considerare la loro diversità normale.


Saper stare insieme e non escludere nessuno è un insegnamento positivo ed essenziale per la vita; la diversità è ricchezza, implica la narrazione di nuove ed inedite storie, nella quali tutti potranno ritrovarsi.


“Solo se riusciremo a vedere l'universo come un tutt'uno in cui ogni parte riflette la totalità e in cui la grande bellezza sta nella sua diversità, cominceremo a capire chi siamo e dove stiamo.”

(Tiziano Terzani)



Dr.ssa Annunziata Perrino



Ti è piaciuto l'articolo? Condividi la tua opinione sull'argomento lasciando un commento!

35 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti