Psicologia e Make-up

La serie tv Euphoria ha aperto nuove strade di significato associato al make-up, presentandoci una versione di esso riconducibile alla complessa dimensione psico-emotiva della persona.

Oggi la cosiddetta generazione Z del trucco ne fa espressione di sé, superando ogni limite di genere e di età, ed aprendo ad innovativi quanto inediti aspetti personali assimilabili al concetto di Libertà.


Andie MacDowell, 64 anni, al festival di Cannes, ha sfoggiato un nuovo beauty look: un occhio accattivante e impreziosito da cristalli che sembravano arrivare direttamente dalla serie Euphoria; Charlize Theron, 46 anni, sul suo profilo Instagram ha postato una foto in primo piano del trucco del suo personaggio, Chlea, in Doctor Strange 2, dove i nuovi canoni del trucco in stile Euphoria ci sono tutti, dal colore vivido, viola, al grafismo del double wings eyeliner.




Anche in Italia, da Laura Pausini che di recente all'Eurovision Song Contest ha usato un ombretto fucsia, a tutta palpebra, ad Elisa a Sanremo con il suo graphic eyeliner bianco: il make-up diventa uno strumento per rendere protagonisti le proprie emozioni e stati, come un dipinto sulla tela del nostro corpo (Fonte: Vanity Fair).





L’uso del make-up non ha effetti solo estetici, ma esercita anche un’influenza profonda sulla psiche.

Una ricerca realizzata dalla Harvard Medical School e l’Università di Chieti dimostra che il make-up ha un effetto positivo su di essa: sapersi truccarsi bene incrementa autostima e consapevolezza di sé.

Inoltre, il make-up ha un effetto su come una persona si percepisce e come viene percepita dagli altri: una donna che si trucca, senza ostentazioni particolari, esprime sicurezza di sé e al contempo desiderabilità sociale.


Il trucco è una fonte di comunicazione ed espressività, attraverso cui vengono fuori la propria personalità e le convinzioni circa le rappresentazioni di sé, e di sé in relazione all’Altro.

Perché il make up è un’arte, ed ognuno di noi resta la più bella opera artistica, dai colori ammalianti esalati dal fascino di piacersi e piacere.


“La bellezza, per me, è sentirsi a proprio agio nella propria pelle. Questo o un rossetto rosso da urlo!”

(Gwyneth Paltrow)



Dr.ssa Annunziata Perrino



Ti è piaciuto l'articolo? Condividi la tua opinione sull'argomento lasciando un commento!


47 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti